Vuoi diventare una truccatrice professionista senza essere soggetta ai limiti di guadagno della ritenuta d’acconto? Allora dovrai aprire partita IVA da truccatrice in regime forfettario.

Come diventare una truccatrice professionista

Per essere assunta e lavorare come truccatrice professionista non è richiesto nessun titolo di studio riconosciuto ma sarà necessario aprire partita IVA da truccatrice. Nella maggior parte dei casi viene presa in considerazione l’esperienza che la truccatrice ha maturato nella sua carriera. La definizione di una vera e propria categoria professionale della truccatrice/truccatore non è stata prevista in quanto, a differenza di altri professionisti similari come l’estetista, la pratica del truccatore non comporta l’utilizzo di prodotti e strumenti pericolosi. Il trucco inoltre non è invasivo e sono sostanze liberamente accessibili a tutti.

Truccatrice libero professionista

Se quindi la tua attività è quella di truccare, ad esempio le spose, potrai esercitare la libera professione. Una categoria ben diversa da quella delle ditte individuali, soprattutto nei contributi previdenziali, come vedremo più avanti. Questo significa che per poter avviare la tua professione dovrai aprire partita IVA da truccatrice libero professionista. Ma non aver paura delle tasse da pagare perché esiste un regime agevolato, quello forfettario, che ti permette di risparmiare sulle tasse ed avere meno adempimenti fiscali. Analizziamo le caratteristiche di questo regime e vediamo come aprire partita IVA da truccatrice.

Aprire partita IVA da truccatrice in regime forfettario? Chiedi a Fiscozen

Grazie al nuovo regime forfettario, che lo Stato ha pensato per favorire l’imprenditoria italiana, potrai aprire partita IVA da truccatrice pagando solo il 5% di tasse. Per poter aprire partita IVA dovrai compilare il modello sottostante e chiedere la consulenza gratuita di Fiscozen che aprirà per te gratuitamente partita IVA in sole 24h.

 

Una volta che hai aperto partita IVA potrai iniziare subito a fatturare. Ricorda però che dovrai aprire la tua posizione previdenziale iscrivendoti alla Gestione Separata INPS. In Italia i contributi previdenziali sono obbligatori e servono per la tua pensione ma anche per l’assistenza in caso di invalidità. La Gestione Separata INPS per coloro che decidono di aprire partita IVA da truccatrice è pari al 25,72% dell’imponibile del reddito ottenuto dall’attività lavorativa. Il regime forfettario non prevede nessuna deduzione delle spese di attività sul reddito ma lo Stato italiano ha comunque definito dei forfettari di spesa da dedurre a prescindere che siano stati sostenuti o meno e dipendono dal tuo Codice ATECO. Per coloro che decidono di aprire partita IVA da truccatrice il Codice ATECO è il 92.02.02 e prevede un coefficiente di redditività del 67% e quindi delle spese forfettarie deducibili pari al 33%. Inoltre potrai dedurre i contributi previdenziali che saranno da sottrarre dal reddito netto.

Imposta sostitutiva e limite di reddito del regime forfettario

Il regime forfettario prevede, come detto, un’imposta sostitutiva del 5% nei primi cinque anni di attività e del 15% negli anni successivi. Nonostante l’aumento, al termine dei primi cinque anni questo resta comunque il regime più agevolato presente nel sistema fiscale italiano. Per poter rimanere nel regime forfettario però è necessario rispettare un limite annuo di reddito che, per coloro che decidono di aprire partita IVA da truccatrice, è pari a 30.000 €. Ma quanto paga di tasse una truccatrice? Prendiamo in esame, nella tabella che segue, un esempio di una truccatrice nei suoi primi tre anni di attività. InItalia il sistema contributivo si basa sul metodo storico e sugli acconti. Nel primo anno di attività maturerai delle tasse che però, effettivamente, andrai a pagare in sede di dichiarazione dei redditi nell’anno successivo. Se apri partita IVA nel 2018 pagherai le tasse la prima volta nel 2019 sui redditi prodotti nel 2018. A partire dal secondo anno, inoltre, dovrai versare degli acconti che sono calcolati sulla base del reddito che hai maturato nel corso dell’anno fiscale precedente. Non preoccuparti, non si tratta di un doppio pagamento.

 

I°ANNO

II°ANNO

III° ANNO

Ricavo Annuo

10.000 €

15.000 €

20.000 €

Reddito lordo – Coefficiente di Redditività (67%)

6.700 €

10.050 €

13.400 €

Gestione Separata INPS

/

1.723,2 €Saldo previdenza
I anno

+

1.378,6 €

Acconto II anno

(2.584,9 – 1.378,6)

1.206,30 €

Saldo previdenza
II anno

+

2067,9

Acconto III anno

Reddito Imponibile

6.700 €

6.948 €
(Lordo-INPS)

10.126 €

(Lordo-INPS)

Imposta Sostitutiva (5%)

/

335 €

Imposta I anno

+

335 €

Acconto II anno

(347,4 -335)

12,4 €

Imposta II anno

+

347,4 €

Acconto III anno

Totale Tasse e contributi

0 €3.772 €

3634 €

Partita IVA contro la ritenuta d’acconto

Come potrai notare dalla tabella, le tasse sono davvero basse per il tuo regime fiscale forfettario e quindi aprire partita IVA da truccatrice risulta davvero conveniente! Sicuramente online avrai letto che sotto i 5.000 € è possibile lavorare con ritenuta d’acconto come prestazione occasionale. Ma non è proprio così, perché di fatto non si può utilizzare la prestazione occasionale per una attività che in effetti risulta continuativa e che inoltre pubblicizzi per attirare nuovi clienti. La prestazione occasionale deve essere appunto occasionale e sporadica, altrimenti non sussistono le basi per un suo utilizzo.

Cosa manca? Fiscozen

Ora che hai deciso di aprire partita IVA da truccatrice libero professionista, scegli Fiscozen per l’apertura e la gestione di tutta la tua fiscalità. Fiscozen è l’unico che ti permette di pianificare la tua vita con serenità perché grazie al suo innovativo servizio potrai avere sempre una panoramica aggiornata delle tasse che pagherai addirittura fino ai prossimi due anni! Chiedi una consulenza gratuita a Fiscozen tramite chat, email o telefono e un esperto consulente fiscale ti seguirà in tutto e dall’inizio. Così non avrai più dubbi o incertezze, soprattutto nella prima e più delicata fase dell’apertura della tua nuova attività!

3.75/5 (4)

Questo articolo ti è stato utile? Lascia una valutazione