Si sente sempre parlare di giovani che sono costretti ad inventarsi un lavoro. Ma cosa significa? E come è possibile farlo senza spendere troppi soldi in tasse e contributi?

Inventarsi un lavoro gratificante

Quante volte ti sarà capitato di cercare qualche idea originale per poter guadagnare? Spesso è difficile trovare lavoro e le idee sono gli unici appigli che restano a quella che in molti definiscono la generazione senza lavoro. Ma non è così. Oggi vogliamo dirti che c’è sempre una possibilità e nel tuo caso è quello di inventarsi un lavoro. Pensa a ciò che ti gratifica maggiormente e vorresti fosse il tuo futuro e su questo baseremo oggi un’analisi fiscale dei principali costi di queste attività.

Diventare freelance: come si fa?

Una delle professioni più richieste del momento è quella del social media manager, ma oltre a questa possibilità l’industria digitale offre tante possibilità di inventarsi un lavoro. Un esempio? Qualche tempo fa una startup ha fondato un’azienda di segretarie virtuali, rispondendo al desiderio di tante donne di poter lavorare in casa e di tanti professionisti di poter avere un aiuto a costi contenuti. Questi ragazzi hanno avuto la capacità di inventarsi un lavoro! Certo non possiamo dirti noi quale lavoro scegliere sul nell’ambito digitale, ma possiamo dirti quanto costa inventarsi un lavoro sul in questo settore in forte crescita.

Vuoi sapere come fare per diventare freelance?

Compila il form sottostante e un consulente fiscale di Fiscozen ti contatterà.

Aprire partita IVA o prestazione occasionale?

Inventarsi un lavoro presuppone che tu debba necessariamente aprire partita IVA. Abbiamo tante volte scritto che per poter utilizzare la prestazione occasionale è necessario che si tratti di un’attività sporadica. Ma la occasionalità non è alla base dell’attività di coloro che si inventano un lavoro per potersi mantenere e diventare finalmente autonomi economicamente. Per questo dovrai necessariamente aprire partita IVA. Prima di questo però devi ragionare sulle motivazioni che ti spingono ad inventarti un lavoro.

“Voglio essere indipendente” VS “Non riesco a trovare lavoro”

Se la tua necessità di inventarti un lavoro nasce dalla volontà di dare una svolta alla tua vita creando qualcosa di tuo, allora inizia a pensare a quello che hai sempre desiderato fare. Un attività commerciale? È necessario investire per poterlo aprire. Una carriera da consulente? Dovrai riuscire a vendere il tuo servizio e crearti un portafoglio clienti. Concentrarsi su quello che si è sempre desiderato fare è importante perché non puoi semplicemente cambiare lavoro e decidere di inventarti un lavoro nuovo per poi ricadere vittima della stessa noia o di un altro lavoro non desiderato. Diverso è se tu non riesci a trovare un lavoro e quindi hai necessità impellente di inventarti un lavoro per poter provvedere a te stesso. In entrambi i casi, che tu sia costretto o che tu voglia dare una svolta alla tua vita, devi fare qualcosa che ti piaccia o che conosci perfettamente così da non sbagliare e raggiungere il successo!

Freelance: regime agevolato e contributi previdenziali

Per inventarsi un lavoro è necessario organizzare la propria fiscalità. Perché se devi iniziare, lo devi fare nel modo giusto. Non preoccuparti però del Fisco e delle tasse. Come detto prima non potrai utilizzare la prestazione occasionale in quanto sarà necessaria la partita IVA ma c’è la possibilità di pagare anche meno del 20% della ritenuta d’acconto scegliendo il regime forfettario. Questo è un regime agevolato che permette di risparmiare sulle tasse e di avere meno adempimenti fiscali. Se il tuo reddito lordo annuo ti permette di accedere al regime forfettario pagherai solo il 5% di imposta sostitutiva nei primi cinque anni di attività e il 15% negli anni successivi. Per quanto riguarda i contributi previdenziali, se la tua attività non ha una cassa previdenziale dedicata, dovrai versarli alla Gestione Separata INPS, che prevede un pagamento, senza minimali obbligatori, del 25,72% del reddito netto. La flessibilità è la caratteristica più importante della Gestione Separata INPS perché paghi solo se fatturi.

Quindi cosa aspetti?

Inventarsi un lavoro potrebbe essere il giusto passo da compiere per il tuo futuro, e ora sai anche che potrai risparmiare sulle tue tasse. Cosa manca? Manca il giusto alleato per la tua attività, ti manca Fiscozen. Il consulente online per la tua partita IVA che ti permette di avere sempre a portata di mano: fatturazione, f24, contributi e dichiarazione dei redditi. Tutto comodamente da casa con pc, tablet e smartphone. Avrai una consulenza istantanea su tutte le tue domande dagli esperti fiscali di Fiscozen, sempre pronti ad aiutarti con una telefonata, una mail oppure via chat. Non avrai più dubbi su quanto costa la tua attività perché grazie alle previsioni di spesa consultabili sempre sulla piattaforma, saprai esattamente quanto pagherai nei prossimi due anni. Inoltre la gestione dei tuoi clienti e delle tue fatture non è mai stata così semplice grazie alla gestione clienti che ti permette di avere una panoramica dei clienti e dei fatturati generati dagli stessi, nonché le fatture emesse e le pendenti così da non perdere nessun pagamento. Insomma, cos’altro ti serve?
Basta una telefonata o scrivere nella chat che vedi in basso e un consulente fiscale di Fiscozen ti ricontatterà per spiegarti i principali costi della tua partita IVA, cosa fare per aprirla e ti orienterà nella scelta del giusto regime fiscale adatto per te.

4.2/5 (5)

Questo articolo ti è stato utile? Lascia una valutazione