Hai appena terminato gli studi e hai il desiderio di avviare un’attività da per conto tuo? Allora dovrai aprire partita IVA. Oggi esiste una partita IVA molto adatta per i giovani che ti permetterà di risparmiare sulle tue tasse: il regime forfettario!

Avviare un’attività per conto tuo

Il lavoro autonomo è l’attività maggiormente scelta dai giovani italiani. Questo perché si ha la possibilità di scegliere in autonomia le ore e i giorni di lavoro, ma anche con chi collaborare. Non solo questo però, perché i freelance hanno anche la possibilità di scegliere il luogo di lavoro e anche questo è un vantaggio che molti giovani apprezzano molto. Essere freelance ti dà la possibilità di spostarti in qualsiasi paese del mondo e vivere molteplici esperienze lavorative, grazie alle quali potrai aumentare le tue capacità per i futuri lavori! Dovrai però regolarizzare la tua posizione fiscale e per questo sappi che esiste una partita IVA per giovani.

Come diventare freelance?

Aprire partita IVA sarà il primo passo della tua nuova carriera da giovane freelance. In molti ti consiglieranno di non farlo, perché nell’immaginario comune la partita IVA è costosa e difficile da gestire. Ma oggi c’è una nuova partita IVA per giovani imprenditori di se stessi, che ti permette di risparmiare sulle tasse e non solo.

Regime forfettario: la partita IVA per giovani

In realtà non si tratta di una partita IVA per giovani ad uso esclusivo perché nel regime forfettario rientrano tutti, senza limiti di età. Il principale requisito da rispettare è quello di non superare una soglia di incassi massima di 30.000 € annui. Un limite questo che presuppone si tratti di un piccolo imprenditore, esattamente come te che hai appena iniziato a lavorare come freelance. Il limite di reddito annuo dipende dalla tipologia di attività lavorativa così come classificata dal Codice ATECO. La tabella sottostante raggruppa tutte le categorie di lavoro con i rispettivi Codici ATECO e le soglie di reddito.

 

SettoreCodice ATECOLimiteCoefficente
Industrie alimentari e delle bevande10, 1145.000€

40%

Commercio all’ingrosso e al dettaglio45, da 46.2 a 46.9, da 47.1 a 47.7, 47.950.000€

40%

Commercio ambulante di prodotti alimentari e bevande47.8140.000€

40%

Commercio ambulante di altri prodotti47.82, 47.8930.000€

54%

Costruzioni e attività immobiliari41, 42, 43, 6825.000€

86%

Intermediari del commercio46.125.000€

62%

Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione55, 5650.000€

40%

Attività professionali64, 65, 66, da 69 a 75, da 85 a 8830.000

78%

Altre attività economicheda 01 a 03, da 05 a 09, da 12 a 33, da 35 a 39, da 49 a 53, da 58 a 63, da 80 a 82, 84, da 90 a 9930.000

67%

Dalla tabella potrai notare la seconda caratteristica della nuova partita IVA per giovani e cioè il coefficiente di redditività. Nel regime forfettario non è possibile dedurre alcuna spesa dell’attività, questo perché lo Stato Italiano ha già definito un forfettario da poter dedurre per ciascuna attività lavorativa. Quindi non pagherai le tasse sul totale dei tuoi ricavi ma solo su una parte di essi, risultante dalla deduzione del forfettario di spesa che tu abbia sostenuto o meno nel corso dell’anno.

Non riesci a identificare il tuo Codice ATECO?

Compila il form sottostante e un consulente fiscale di Fiscozen ti ricontatterà per aiutarti ad identificare il giusto Codice ATECO per la tua partita IVA.

 

Regime forfettario: l’imposta sostitutiva

Arriviamo però alla vera novità di quella che si configura come la nuova partita IVA per i giovani: l’imposta sostitutiva. Nel regime forfettario è infatti presente una sola imposta da pagare, che è pari al 5% nei primi cinque anni di attività e del 15% negli anni successivi. Un’importante riduzione sulla contribuzione, se paragonata a quella del più complesso regime ordinario semplificato! Inoltre il regime forfettario prevede una notevole riduzione sugli adempimenti fiscali, che però non mancano. Per questo, dopo aver definito la spesa per la tua contribuzione, ti consigliamo sicuramente la scelta di un giusto commercialista e noi abbiamo la soluzione che fa al caso tuo.

Fiscozen: molto più di un semplice commercialista

Ora che hai finalmente capito che la partita IVA per i giovani può essere il trampolino di lancio per la tua attività da freelance, tutto quello che devi fare adesso è semplicemente chiedere una consulenza gratuita a Fiscozen. Grazie ai nostri esperti consulenti potrai aprire partita IVA in sole 24h senza costi aggiuntivi e avere un servizio grazie al quale troverai tutta la tua tranquillità, senza avere pensieri. Fiscozen è un servizio online, utilizzabile da smartphone e dal tuo pc di casa, in piena autonomia e comodità. Avrai a disposizione una piattaforma per la realizzazione le tue fatture e avrai a disposizione le previsioni delle tasse (con una proiezione fino ai due anni successivi a quello in corso) che saranno aggiornate ogni qualvolta registrerai una fattura! E per il regime forfettario la gestione della partita IVA, comprensivo dell’accesso alla piattaforma e la dichiarazione dei redditi, ti costerà solo 299+IVA all’anno! Cosa aspetti? Chiedi una consulenza gratuita tramite chat, telefono o mail e un esperto consulente di Fiscozen ti ricontatterà subito per aiutarti ad aprire partita IVA nel modo migliore, tenendo conto della tua specifica situazione!

0/5 (1)

Questo articolo ti è stato utile? Lascia una valutazione