Tasse partita IVA: il principale dubbio dei liberi professionisti che avviano la propria attività. Ma quante tasse pagano realmente coloro che avviano una propria attività? Vediamolo subito, facendo un esempio pratico.

Liberi professionisti o ditte individuali

Per iniziare il discorso sulle tasse partita IVA bisogna partire sicuramente dalla sua apertura. Aprire partita IVA è sempre gratuito, indipendentemente dalla tipologia di lavoro che si svolge, ma i contribuenti che intraprendono un’attività tra quelle appartenenti alle categorie commercianti e artigiani dovranno necessariamente iscriversi alla camera di commercio, tramite una procedura più complessa e che ha dei costi correlati. Definiamo ditta individuale l’attività autonoma di artigiani o commercianti. Gli artigiani sono coloro che svolgono un’attività manuale o professionale in modo artigianale, come ad esempio gli imbianchini. I commercianti sono coloro che acquistano beni o servizi che poi rivendono. I liberi professionisti sono, al contrario, i lavoratori autonomi che svolgono un’attività prevalentemente intellettuale, come ad esempio il consulente di marketing.

Costi di apertura partita IVA per le ditte individuali

I primi costi della partita IVA quindi sono quelli associati all’apertura della stessa. I contribuenti che intraprendono l’attività lavorativa come artigiani e commercianti, devono aprire partita IVA con una procedura chiamata Comunicazione Unica. Una pratica informatica che si compone di un modello riassuntivo contenente i dati del richiedente, l’oggetto della comunicazione e il riepilogo delle richieste ai vari enti coinvolti nell’attività (come ad esempio SCIA comunali, attestati professionali o patentini). La Comunicazione Unica semplifica il rapporto tra imprese e Pubblica Amministrazione attraverso l’uso di una sola pratica per inviare comunicazione all’Agenzia delle Entrate, di inizio attività, alla Camera di Commercio per il Registro Imprese e all’INPS per l’iscrizione alla Gestione INPS artigiani e commercianti per i contributi previdenziali. Questa procedura ha però un costo di circa 100 € tra bolli, diritti di Agenzia e Diritti Camerali, che pagherai in base alla città di appartenenza e sono annuali.

Come si pagano le tasse di una partita IVA?

Che tu sia un libero professionista o una ditta individuale, pagherai le tasse ogni anno, in riferimento al reddito che produrrai. Entrambe le categorie di lavoratori autonomi pagano le tasse partita IVA secondo il principio di cassa, e quindi vengono tassati i redditi effettivamente incassati nel periodo d’imposta.

Tasse partita IVA: quando spendi e in base a cosa?

La spesa per le tasse partita IVA, escludendo quanto abbiamo appena descritto, dipende molto dal tipo di regime che si sceglie. In Italia esistono tre regimi fiscali differenti: ordinario, semplificato e forfettario. Parliamo di quest’ultimo e agevolato regime a disposizione dei contribuenti che non percepiscono annualmente grandi fatturati: il regime forfettario. Le tasse della partita IVA in regime forfettario sono pari al solo 5% degli incassi annui per i liberi professionisti e le ditte individuali, nei primi cinque anni di attività, e del 15% negli anni successivi. A queste tasse vanno aggiunti i contributi previdenziali, che sono differenti per i liberi professionisti (dipende dalla cassa previdenziale di appartenenza), e per le ditte individuali per le quali variano in base all’età e alla categoria di appartenenza. I contributi previdenziali per le ditte individuali sono di due tipi:

Contributi fissi minimali:

Redditi < 15.710 €

CommerciantiArtigiani

maggiori di 21 anni

3.791,98 €3.777,84 €
minori di 21 anni3.320,68 €

3.306,54 €

 

Contributi variabili:

Redditi < 46.630 €

CommerciantiArtigiani

maggiori di 21 anni

24,09 %

24 %

minori di 21 anni21,09 %

21 %

 

Redditi > 46.630 €

CommerciantiArtigiani

maggiori di 21 anni

25,09 %25 %
minori di 21 anni22,09 %

22 %

Esiste inoltre la possibilità di richiedere una riduzione del 35% sui contributi previdenziali per coloro che aderiscono al regime forfettario. I contributi minimali dovranno essere versati indipendentemente dai ricavi della tua attività.

Ma quali sono le tasse per la partita IVA nel regime forfettario?

Facciamo due esempi pratici per capire quali sono le tasse della partita IVA di un libero professionista e di una ditta individuale nel regime forfettario, con due pratiche tabelle che riuniscono e descrivono tutti i costi.

Ditta Individuale:

Ecco una previsione di spesa per i primi tre anni di attività per un travel blogger di 25 anni che rientra nella categoria delle ditte individuali, nel regime forfettario, con la riduzione del 35%:

I°ANNO

II°ANNO

III° ANNO

Ricavo Annuo

20.000 €

25.000 €

30.000 €

Reddito lordo – Coefficiente di Redditività (78%)

15.600 €19.500 €

23.400 €

Gestione INPS artigiani e commercianti (minimali)

2.464,79 €

previdenza I anno

2.464.79 €

Previdenza II anno

2.464,79 € Previdenza III anno

Contributi Variabili 24,09%

\

Eccedenza I anno

0 €

Eccedenza II anno

(3.790 €)

594,45 €

Reddito Imponibile

13.135,18 €

(Lordo – INPS)

17.035,18 € (Lordo-INPS)

20.341,73 €

(Lordo-INPS)

Imposta Sostitutiva (5%)

0

656 €

Saldo I anno

+

656 €

Acconto II anno

(851,75 -656)

195,75 €

Saldo II anno

+

851,75 €

Acconto III anno

Totale Tasse e contributi

2.464,79 €

3776,79 €

4.106,74€

Libero professionista:

Ecco una previsione di spesa per le tasse della partita IVA di un traduttore, in regime forfettario, iscritto alla Gestione Separata INPS per i contributi previdenziali.

I°ANNO II°ANNOIII° ANNO
Ricavo Annuo8.000 €12.000 €16.000 €
Reddito lordo 

Coefficiente di Redditività (78%)

6.240 €9.360 €12.480 €
Gestione Separata INPS/1.604,9 €

Saldo Previdenza
I anno

+

1.283,9 €

Acconto II anno

(2.407,4 – 1.283,9)

1.123,5 €

Saldo Previdenza
II anno

+

1.925,9 €

Acconto III anno

Reddito Imponibile6.240 €6.471 €
(Lordo-INPS)

9.431 €

(Lordo-INPS)

Imposta Sostitutiva (5%)/312 €

Saldo Imposta
I anno

+

312 €

Acconto II anno

(323,6 – 312)

11,60 €

Saldo Imposta
II anno

+

323,6 €

Acconto III anno

Totale Tasse e contributi0 €3.513 €3.384 €

Hai ancora dei dubbi? Chiedi una consulenza gratuita tramite chat, mail o telefono e i consulenti fiscali di Fiscozen ti ricontatteranno subito, per sciogliere tutte le tue perplessità e dare una risposta chiara a tutte le tue domande!

5/5 (2)

Questo articolo ti è stato utile? Lascia una valutazione